Il Museo di Belle Arti di Nizza

08 luglio 2018

Nel 1878, la principessa ukraina Elisabeth Kotschoubey compra un terreno di un ettaro sulla collina delle Baumettes, e intraprende la costruzione di una villa. Vende la proprietà il 18 aprile 1883 al signor James Thomson.

Aiutato dall'architetto nizzardo Constantin Scala, questo ricco americano dà il panache definitivo alla villa. Decorata di affreschi falsi e cinta di un grande giardino inglese, conosce grande ricezioni, concerti e balli ai quali sono invitati i più famosi svernando della Costa Azzurra.

Nel 1925, il commune di Nizza ne fa l'acquisto per trasformarla in museo. L'interno vede delle modifiche profonde, ma gli spazi rimangono identici, particolarmente la grande scala, che è certamente una delle più belle della bell'epoca.

L'inaugurazione del museo si è tenuta il 7 gennaio 1928. Gustav Adolf Mossa ne sarà il primo conservatore. 

By continuing browsing this website, you consent to the use of cookies for personalized service and audience statistics.

Learn more Chiudere